«Vittoria importante, complimenti ai ragazzi»

23 marzo 2014

ADECCO GOLD - GIORNATA 26 - NAPOLI vs BRESCIA

Al termine dell’esaltante vittoria ottenuta da Brescia su Napoli, coach Alberto Martelossi e coach Massimo Bianchi fanno il loro ingresso in sala stampa.

Parla per primo il coach della Leonessa: «Prima di tutto vorrei dire che sono molto contento di essere tornato su un campo prestigioso come quello di Napoli, che per qualche anno è mancata dai grandi palcoscenici del basket italiano. Dopo questa premessa, andiamo a focalizzarci sull’andamento del match: dopo i primi trenta abbondanti minuti di gioco, pensavo che saremmo riusciti a portare a casa i due punti senza grosse difficoltà. Non è stato così, perché Napoli con Weaver, Brkic e soprattutto Black è rientrata fino al -1 quando mancavano 26 secondi al termine. Memori però del pazzesco finale con Casale Monferrato della scorsa settimana, siamo riusciti a mantenere la lucidità nel finale e a rispondere con freddezza dalla lunetta a ogni loro tentativo di aggancio o sorpasso. E’ stata una buona prova soprattutto da un punto di vista mentale, perché di fronte alle difficoltà non ci siamo disuniti: è questo lo spirito con cui dovremo affrontare i prossimi impegni perché, anche se il calendario ci sfavorisce e siamo sotto nella maggior parte degli scontri diretti, crediamo ancora alla conquista dell’ultimo posto per i playoff. Come ultima cosa, vorrei far notare il comportamento di Giddens questa sera: era determinato e presente a livello mentale, tanto che quando volevo rimetterlo in campo dopo un canestro di Loschi, mi ha chiesto di aspettare qualche minuto perché la squadra stava giocando bene e non voleva rischiare di rompere gli equilibri che si erano creati. Il duello con Weaver alla fine è stato un grande spettacolo di pallacanestro: erano, a mio avviso, i due giocatori più forti del campionato uno di fronte all’altro».

E il turno poi di coach Massimo Bianchi: «Abbiamo giocato una bruttissima partita, approcciata con superficialità e giocata con leggerezza. In attacco eravamo fermi, la palla non girava, mentre dall’altra parte Brescia faceva l’esatto opposto e giocava una buona pallacanestro: sapevamo di dover affrontare una squadra di qualità come la Leonessa, ma alla vigilia non avrei mai detto che avremmo giocato la peggior partita della mia gestione. Sono rammaricato di questo pessimo risultato e per questo motivo voglio scusarmi con i tifosi e con la società per il brutto spettacolo offerto questa sera».

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive