Domenica c’è Trapani per continuare nella corsa ai playoff

19 febbraio 2014

Roma_12

Delicato impegno casalingo per la Centrale del Latte, che dopo la sconfitta esterna a Biella affronta sul parquet del San Filippo la Pallacanestro Trapani. A guidare la truppa siciliana è coach Lino Lardo, protagonista nella sua carriera da capo allenatore con Milano, Bologna e Roma, giusto per citarne tre. La Lighthouse può contare su un quintetto base di assoluto livello, al quale si affiancano degli innesti di qualità dalla panchina.

Il playmaker titolare l’americano Kelvin Parker, che dopo un lungo vagabondare per l’Europa si è stabilito a Trapani: per lui un buon impatto nel campionato italiano sin dalle prime battute e a confermarlo ci sono le statistiche, che parlano di 14.2 punti, 5.5 assist (secondo assistman del campionato dietro ad Andre Collins di Barcellona con 6.9) e 3 rimbalzi a partita. Al suo fianco un atleta pazzesco, dotato di un ottimo tiro dalla media, una buona abilità di palleggio e una grande attitudine difensiva: è Robert Lowery, ex Dayton University, che viaggia a 15.7 punti, 6.8 rimbalzi e 3 assist a partita.    
Nel ruolo di ala piccola troviamo un altro atleta pazzesco, Giancarlo Ferrero, lo scorso anno in forza a Casale Monferrato: una garanzia in termini di rendimento, in grado di punire sia in contropiede che da oltre l’arco con il suo micidiale tiro da tre punti (11.3 punti e 2.2 rimbalzi di media a partita). Sotto canestro troviamo una coppia di lunghi italiani di assoluto livello: nel ruolo di quattro c’è l’ex Scafati Patrick Baldassarre, una delle colonne portanti di questa Lighthouse e capace di garantire quasi 12 punti e 8 rimbalzi ad allacciata di scarpe, mentre a chiudere il quintetto è Andrea Renzi, recentemente ritornato a indossare la maglia della nazionale e autore fino al momento di un buon campionato condito da altrettanto buone statistiche (13.5 punti e 6.2 rimbalzi).

Dalla panchina è pronta a subentrare l’ala Nelson Rizzitiello (6.5 punti e 3 rimbalzi), oltre al centro Luca Ianes, capitano della squadra siciliana che contribuisce alla causa con minuti di grande intensità e sostanza (oltre a 3 punti e 4 rimbalzi) e l’ex Trento Stefano Bossi (2 punti e 1 assist). Chiudono le rotazioni il giovane ex Forlì Alessandro Tabbi (1 punti e 1 rimbalzo di media) e Lorenzo Bartoli (2 punti e 1 rimbalzo).

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive