La Leonessa ritrova il sorriso: battuta Veroli al San Filippo

2 febbraio 2014

_P3R9374

Basket Brescia Leonessa 70–61 Basket Veroli         
(15-15; 34-36; 48-49)
Quintetti
Brescia: Fultz, Loschi, Giddens, Slay, Rinaldi.
Veroli: Tomassini, Sanders, Casella, Samuels, Cittadini.
Arbitri
Ciaglia, Fabiani, Scudieri

La Leonessa ritrova finalmente il sorriso grazie alla vittoria casalinga con il Basket Veroli per 70-61. Una partita non spettacolare ma giocata ad altissimi livelli d’intensità sia difensiva che offensiva da entrambe le squadre, con Brescia in particolare protagonista di una grande prova del collettivo: grande protagonista come al solito è J.R Giddens, autore di 19 punti e 9 rimbalzi, oltre a un ottimo Robert Fultz (12 punti e 5 assist) e un ritrovato capitan Di Bella (11 punti e 6 rimbalzi.

Veroli comincia con carattere e personalità, grazie a un buon Cittadini, protagonista sotto le plance di un ottimo inizio. Brescia dal canto suo fatica molto in attacco e nei primi minuti di gioco non è lucida al tiro: la scossa è portata da Tommy Rinaldi, autore dei primi 4 punti della Leonessa nel match. Slay segna e il match continua sul filo dell’equilibrio: Fultz prova a costruire un tentativo di fuga segnando da oltre l’arco e servendo Cuccarolo nei pressi del ferro, ma Veroli risponde con Cittadini e impatta a quota 15-15 a fine primo quarto. In apertura di secondo quarto Brescia sulle ali di capitan Di Bella costruisce un parziale di 7-0, che costringe coach Ramondino a chiamare timeout: Veroli reagisce con Carenza e Rossi dall’arco, ma Brescia è presente e rimane in partita grazie a un ottimo Robert Fultz, padrone della fase offensiva della Leonessa. Blizzard prova a caricarsi sulle spalle i suoi, ma non è fortunato: la Leonessa continua a macinare gioco e chiude il primo tempo avanti sul punteggio di 26-34.

Al rientro in campo Brescia prova a scappare con Slay da oltre l’arco, ma Veroli si conferma squadra solida e riporta a sole 4 lunghezze di distanza. Capitan Di Bella però si conferma una volta di più trascinatore dei suoi e rimette tra le due squadre altri 7 punti di distanza: in difesa la Leonessa si rivela superiore all’avversario, ma le tante palle recuperate non vengono mai tramutate in punti e Veroli riesce a rientrare in partita, grazie a Sanders e Blizzard. Lo stesso Blizzard sbaglia la tripla del -6 sulla sirena di terzo quarto e si arriva all’ultimo periodo con le due squadre divise da 9 punti (48-39). Nell’ultimo quarto il grande protagonista è, nel bene e nel male, Franko Bushati: l’italo-albanese ci mette il cuore e trascina Brescia al +8, che diventa + 14 dopo la schiacciata di Giddens e il 4/4 dalla lunetta di Di Bella. Veroli e Brescia si rispondono colpo su colpo, canestro dopo canestro e si arriva in men che non si dica alla sirena finale: Brescia ritrova il sorriso vincendo tra le mura amiche per 70-61.

 Basket Brescia Leonessa: Bushati 10, Slay 2, Procacci ne, Rinaldi 10, Loschi 4, Fultz 12, Di Bella 11, Cuccarolo 2, Giddens 19, Maspero ne.
Basket Veroli: Sanders 13, Cittadini 15, Marco 7, Tomassini, Samuels 8, Giammò ne, Blizzard 8, Casella 7, Fabiani, Carenza 3.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive