Al giro di boa c’è Forlì

3 gennaio 2014

Roma_17

Una sfida affascinante per chiudere questo girone d’andata che ha regalato grandi emozioni e grandi gioie, ma anche (e non potrebbe essere contrario) qualche delusione: al San Filippo arriva Forlì, squadra che evoca dolci ricordi alla Leonessa e ai suoi tifosi soprattutto per la sfida al primo turno dei Playoff della scorsa stagione.

Una piazza storica per il basket quella forlivese che, nonostante le grandi difficoltà estive, ha sempre sostenuto la squadra ed è rimasta vicina alla società. Un affetto incondizionato che ha dato i suoi frutti nelle ultime gare disputate: dopo un inizio di campionato che non lasciava presagire niente di buono, il Credito di Romagna si è infatti rialzato e si è rimesso prepotentemente in discussione per la lotta alla salvezza. Il protagonista di questo formidabile recupero risponde al nome di Tyler Lee Cain, miglior rimbalzista nonché uno dei principali candidati al titolo di MVP del campionato: per lui sono quasi 17 i punti e 11.4 i rimbalzi a partita, con un high di 30 punti con Torino e 17 rimbalzi sia con Capo d’Orlando che con Casale Monferrato. Altro elemento fondamentale è la guardia Jazzmar “Jazz” Ferguson, fromboliere americano capace di tutto sul parquet e tuttora a quota 17.3 punti e 3.3 assist a partita. Al suo fianco nel ruolo di playmaker c’è Lorenzo Saccaggi, proveniente direttamente da Pistoia: il classe ’92 si sta ritagliando partita dopo partita un ruolo sempre più ingombrante e sta trascinando la Fulgor a suon di punti e assist (rispettivamente 12.1 e 3.4). Nel ruolo di ala piccola una vecchia conoscenza del Basket Brescia, Nicholas Crow, che dopo un’esperienza nella massima serie ad Avellino è “sceso” in Adecco Gold per la definitiva consacrazione, che si sta concretizzando a suon di buone prestazioni (12.8 punti e 5 rimbalzi di media). Il quintetto viene chiuso nel ruolo di “4” da Luigi Sergio, tiratore mortifero da oltre l’arco (9.5 punti con il 46% da tre).

Dalla panchina c’è il giovanissimo classe ’95 Nicolò Basile (4.5 punti), capace sempre e comunque di dare energia e qualità in entrambe le fasi del gioco, oltre a Giacomo Eliantonio che in questo inizio di campionato sta incontrando non poche difficoltà (2.1 punti di media). Chiudono le rotazioni Ravaioli, Gualtieri e Agatensi.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive