C’è Torino, squadra dalla grande Mole di talento

27 dicembre 2013

Un grande anno, il 2013 di Alberto Martelossi, si conclude con una partita altrettanto grande: Domenica 29 dicembre 2013 la Leonessa affronterà in trasferta la Manital Torino, squadra additata alla vigilia di campionato come una tra le principali candidate alla promozione in primis per il roster allestito, oltre che per la garanzia dalla panchina chiamata Stefano Pillastrini.

Un gruppo d’italiani di grande livello e una coppia di americani provenienti dalla Serie A: quello di Torino è un organico estremamente competitivo e con molte opzioni, capeggiato in primis dal capitano della Nazionale Italiana Stefano Mancinelli, ala di mano forte sinistra, come suggerisce il cognome, che nelle prime otto gare giocate è andato oltre quota 19 punti quattro volte (3 nelle ultime 3), aggiungendo anche 5.1 rimbalzi di media e con il 59% al tiro. Un altro pilastro della squadra piemontese è Valerio Amoroso, ala grande/centro ex Montegranaro e quindi vecchia conoscenza del duo Di Bella-Slay, che al momento viaggia a 17.4 punti e quasi 8 rimbalzi a partita con il 43% da tre e il 55% da due.

Terzo italiano in quintetto è il classe 1984 Marco Evangelisti, che Brescia ha più volte incontrato nei vari parquet di Serie A Dilettanti e che ora sta disputando un ottima stagione, con quasi 13 punti a partita e il 44% da oltre l’arco dei tre punti. I restati due uomini del quintetto titolare sono i due americani della PMS, Ronald Steele (da poco rientrato da un infortunio e autore nella scorsa con Barcellona di 11 punti e 6 assist) e Tim Bowers. Quest’ultimo è reduce da numerose stagioni in Serie A, anche se l’ultima è stata piuttosto deludente e non giocata ai consueti livelli a causa soprattutto di un infortunio al ginocchio che ne ha compromesso la tenuta e la forma fisica per l’intero arco del campionato.

Dalla panchina coach Pillastrini può fare affidamento su una fetta del “Basket Brescia che fu”: ci sono Stevan Stojkov, che contribuisce alla causa con 2 punti e 2 assist a partita, Lorenzo Gergati, il sesto uomo dei piemontesi che viaggia a 13 punti di media e infine Kuba Wojciechowski (13 punti e 7 rimbalzi con il 73% da due e il 41% da tre). Un altro elemento importante è Massimo Chessa, che dovrebbe rientrare proprio con Brescia dopo un infortunio che lo tiene lontano dal parquet di gioco dal 8 Dicembre (per lui 10 punti di media anche se nelle ultime 5 non è mai andato oltre quota 9). Un’altra alternativa dalla panchina è Daniele Sandri, ala/guardia di grande temperamento che in campionato viaggia a 5 punti e 5 rimbalzi di media. Le rotazioni vengono chiuse dal duo Lorenzo Baldasso-Simone Zanotti.

Una squadra profonda e in grado di colpire in ogni modo l’avversario: servirà una grande prova di squadra per cercare di sopravanzare la corazzata piemontese. Ma noi ci crediamo: forza Leonessa!

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive