L’intervista: Coach Roberto Ferrandi

19 novembre 2013

Coach… si presenti: nome & cognome: Roberto Ferrandi

Quali sono i principi, valori, ideali, su cosa basa il suo lavoro?: I valori della lealtà, del rispetto, dell’educazione, della collaborazione, dell’amicizia. Penso che un Giocatore debba essere prima di tutto uomo. Gli ideali del sapersi aiutare, lo Spirito di Squadra deve essere sempre messo in risalto. Il nostro lavoro (Staff) deve essere quello di aiutare i nostri ragazzi ad affrontare la vita sportiva con serietà, coraggio, spirito di sacrificio, impegno, entusiasmo, determinazione e umiltà. Le stesse cose che il nostro capitano Fabio Di Bella ha detto ai ragazzi nella serata della Presentazione del Settore Giovanile.

Quali sono le caratteristiche che una squadra e un gruppo vincente deve avere? La capacità di saper ascoltare, quindi l’attenzione che dimostra in ogni frangente. Penso che queste caratteristiche  facciano la differenza. E il NOI deve prevalere sull’IO.

Che squadra segue?Direttamente la Squadra Under 17 che partecipa al Campionato di Eccellenza. Poi, in collaborazione con i miei colleghi seguo le altre Squadre in quanto sono il Responsabile Tecnico del Settore Giovanile.

Quali sono gli obiettivi prefissati per la stagione?Gli obiettivi prefissati per la stagione sono quelli di crescere il livello di qualità di ogni giocatore dal punto di vista sia tecnico che umano. Il cammino del ragazzo nel Settore Giovanile è fatto di tappe, dal più piccolo al più grande la cura del particolare fa la differenza. Il miglioramento dei Fondamentali individuali sia offensivi che difensivi, insieme alla metodologia dell’intervento sono alla base del nostro lavoro.

Cosa pensa di questo avvio di campionato da parte dei suoi ragazzi?L’avvio è stato sottotono. Dopo aver conquistato l’accesso al Campionato di Eccellenza la partenza in casa contro Vigevano ci ha visti in affanno. Alla seconda a Cernusco abbiamo subito capito cosa significa disputare questo tipo di Campionato contro avversari che corrono il doppio di noi, che sono precisi il doppio di noi. Dalle terza contro Blu Orobica Bergamo abbiamo capito cosa mettere in campo come determinazione ma ci sono mancati la cura dei dettagli. Nella quarta contro Cantù un’incompiuta perché in vantaggio non abbiamo avuto la continuità nel fare le cose che portano a vincere. A Casalpusterlengo abbiamo avuto il tiro della vittoria che non è entrato e anche qui discontinuità nel corso della gara. Poi la vittoria contro Lissone dove la maggior convinzione ci ha regalato i primi due punti in classifica. Quindi sono contento dei progressi evidenziati e sono convinto che tutti noi abbiamo ampi margini di miglioramento. Premesso che nel Settore Giovanile l’obiettivo è quello di costruire, le partite sono da considerarsi come verifiche del lavoro che stiamo svolgendo e un confronto con gli altri per capire dove siamo e chi siamo.

Per quanto visto sin qua, il miglior pregio della sua squadra? Un difetto?Pregio: la voglia di venire ad allenarsi con il sorriso e l’entusiasmo giusti. Il difetto che è un po’ comune nei nostri giovani è quello di ascoltare poco e di credere di essere già bravi!

Che cosa può insegnare uno sport come il basket a dei ragazzi?Il nostro magnifico Sport può insegnare molto. L’attenzione, la precisione, lo Spirito di Squadra, il saper sorridere anche dopo l’errore, l’accettare il proprio limite e quello del compagno, il provare a migliorare giorno dopo giorno, il risalire da un momento di crisi, il provare a costruire qualcosa insieme. Il concetto di NOI e non dell’IO. Il sapersi assumere le proprie responsabilità e la perseveranza.

Hai qualche consiglio da dare ai tuoi ragazzi? Cari ragazzi, gustate il momento che state vivendo. Non tornerà più. Tenete di più alle relazioni fra di voi, i vostri amici di Scuola, quelli del rione dove abitate, lasciate ciò che vi isola dal mondo. Siamo nati per stare insieme agli altri, non per passare il tempo al Pc o alla Play o al Telefonino. Forza Ragazzi. Forza Leonessa.

 

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive