Con Biella è sfida al vertice

9 novembre 2013

Roma_70

Con 5 vittorie su 6 in tasca e forte del (condiviso) primato in classifica, la Leonessa di coach Martelossi sfida sul parquet del San Filippo una delle tre rimanenti forze al comando del campionato di DNA Gold, l’Angelico Biella dell’ex Eric Lombardi.
I piemontesi, reduci da ben 5 vittorie consecutive e sconfitti solamente nell’esordio casalingo con Veroli, arrivano a questa sfida con l’ambizione di espugnare il parquet bresciano per riuscire a mantenere la vetta della classifica e confermarsi una solida realtà di questo campionato.

Una squadra, quella allenata da coach Corbani, estremamente giovane, che fa della freschezza atletica e dell’entusiasmo, oltre all’indiscussa qualità tecnica, i suoi punti di forza. In cabina di regia troviamo uno dei tanti campioni d’Europa U20, Marco Laganà, che nonostante qualche difficoltà da oltre l’arco sta guidando i suoi con ottime medie (11 punti, 4 rimbalzi e 4 assist).
Al suo fianco c’è il giocatore che reincarna la definizione di “guardia tiratrice” per eccellenza, l’americano di passaporto danese Alan Voskuil: per l’ex Piacenza finora 17 punti di media con il 42% da oltre l’arco. Chiude il reparto esterni il capitano dei rossoblù, Tommaso Raspino, che sta contribuendo alla causa con 11 punti tirando con un ottimo 51% dal campo.
Nel ruolo di ala grande, l’Angelico schiera l’americano con passaporto ungherese Damian Hollis, autore nell’ultima uscita con Ferentino di una doppia doppia da 24 punti e 11 rimbalzi, in grado di garantire pericolosità sia sul perimetro che in vicinanza del ferro (16 punti di media con quasi il 53% da tre, oltre a 6 rimbalzi). Al suo fianco Luca Infante, ex compagno di squadra nello scorso campionato di Tommaso Rinaldi, autore finora di 5.5 punti e 4 rimbalzi di media.

Il sesto uomo di Fabio Corbani è l’ex Montepaschi Siena Simone Berti, che sta viaggiano a 5.7 punti di media, a cui si affianca il monzese classe ’94 Niccolò De Vico. Importante l’apporto in uscita dalla panchina di Eric Lombardi che, tutti noi ricordiamo, con la sua energia e il suo atletismo è in grado di cambiare le partite (finora 5 punti e 3 rimbalzi di media). Altro tassello fondamentale nelle rotazioni è Matteo Chillo, con quasi 5 punti e 4 rimbalzi di media. Chiude il roster la guardia biellese Luca Murta.

Le parole dei protagonisti, Brescia
Alberto Martelossi (allenatore): “Anche la partita con Biella, così come quella con Barcellona, può essere definita il match di cartello di questa giornata di campionato. Si affronteranno due squadre che hanno ottenuto questo posizionamento in classifica in maniera completamente differente: noi abbiamo faticato e sudato, causa i numerosi problemi fisici che ci hanno tartassato in questo inizio di campionato, mentre loro ci sono arrivati in scioltezza e in maniera brillante. Loro sono una squadra molto giovane e questo porta spesso a far passare inosservata la loro grande qualità in ogni aspetto del gioco: per questo motivo mi aspetto una partita molto interessante e combattuta”.

Robert Fultz (giocatore): “Quella di domenica con Biella sarà una partita complicata sia da un punto di vista mentale che fisico. Di fronte troviamo una squadra in forma, reduce da cinque vittorie di fila e che mette in campo molta energia: corrono molto in contropiede ma soprattutto esprimono un ottimo basket. La squadra in casa però siamo noi e l’obiettivo principale sarà imporre il nostro ritmo. Per quanto mi riguarda, mi ritroverò a marcare due ottimi giocatori come Laganà, playmaker dotato di grande aggressività e qualità che ho avuto il piacere di veder giocare quando era nelle giovanili di Reggio Emilia e Voskuil, grande specialista da oltre l’arco che dovremo riuscire a contenere al meglio perché una volta caldo, è praticamente inarrestabile”.

Le parole dei protagonisti, Biella
Fabio Corbani (allenatore): “Sarà una partita molto interessante, tra due squadre in fiducia che stanno attraversando un ottimo periodo di forma e che vorranno entrambe mantenere la testa della classifica. Brescia, dopo una stagione molto positiva che l’ha vista sfiorare la promozione in A, è una squadra costruita per puntare in alto, con italiani esperti come Fultz e Di Bella e due americani di grande talento come Slay e la rivelazione dello scorso campionato Giddens. Affronteremo questa trasferta con lo spirito giusto, cercando di cavalcare l’entusiasmo che si è creato nel gruppo e non avendo nulla da perdere, rispettando la forza dei nostri avversari ma con la consapevolezza che ce la giocheremo fino alla fine”.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive