Nella notte delle streghe arriva Jesi

29 ottobre 2013

Roma_06

Dopo la prima sconfitta in campionato, arrivata in terra frusinate contro la GZC Veroli, la Centrale del Latte ritorna nella notte delle streghe sul parquet amico del San Filippo per affrontare l’Aurora Jesi di “Lee” Goldwire. Esatto, proprio quel Goldwire, il primo americano nella storia del “nuovo” Basket Brescia, che nell’ultima uscita di campionato ha guidato i suoi alla vittoria casalinga su Trieste con ben 28 punti conditi da 3 assist.

Coach Piero Coen, oltre al folletto di West Palm Beach (fino ad ora 19 punti e 5 assist tondi in quasi 36’ di utilizzo medio), può contare su un roster di altissima qualità, ricco di esperienza e giovani di belle speranze: a fianco di Leemire, troviamo infatti il classe ’91 Marco Santiangeli, presenza ormai divenuta fissa nel roster dell’Aurora da quasi 5 anni, che viaggia a 8 punti e 4 rimbalzi in 22 minuti di media giocati a partita. Nel ruolo di 3 troviamo una delle scommesse del mercato estivo marchigiano, il danese del ’90 Darko Jukic (lo scorso anno 21.4 punti e 9 rimbalzi di media nella massima serie danese) che fino ad ora sta sicuramente ripagando la fiducia che gli è stata data con delle ottime cifre a livello statistico, ben 10 punti e 5 rimbalzi a partita.

Nel ruolo di ala grande troviamo un pezzo di storia del campionato italiano e della Nazionale azzurra: Richard Mason Rocca. Dopo le stagioni passate a Napoli, Milano e Bologna nella massima serie italiana, il pivot dell’Illinois ha deciso di ritornare alle origini, nella squadra che lo aveva per prima lanciato nel basket che conta, proprio quella Jesi della quale aveva indossato la casacca dal 2001 al 2004 (e con la quale aveva anche conquistato nel suo ultimo anno una promozione in Legabasket) dove ora sta viaggiando a 15 punti e 11 rimbalzi ad allacciata di scarpe.

Nel ruolo di centro troviamo il miglior realizzatore e terzo miglior rimbalzista dello scorso campionato di Legadue, Michele Maggioli. Il centro pesarese sta faticando a trovare la giusta condizione fisica, ma nonostante questo sta guidando dall’alto dei suoi 217 centimetri Jesi con statistiche che si avvicinano alla doppia-doppia di media: 8.8 punti e 9.5 rimbalzi in quasi 30 minuti di utilizzo a gara.

Dalla panchina è pronto a subentrare uno dei più grandi artefici del grande campionato di Forlì lo scorso anno, l’ex capitano dei biancorossi romagnoli Stefano Borsato, che fino ad ora sta collezionando in 27 minuti di media 3 punti e 2 rimbalzi. Altro giocatore importante è Rapahel Gaspardo (2 punti e 3 rimbalzi di media), giovane classe ’93 pronto a dare minuti di energia quando chiamato in causa.

A chiudere le rotazioni ci sono il classe ’93 Matteo Fallucca (2 punti di media), il classe ’94 Giovanni Esposito e il classe ’95 Federico Bargnesi.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive