Al PalaTrento è finale da brividi: la spunta Brescia

12 ottobre 2013

Foto Alessio Musolino

Aquila Basket Trento 72-77 Basket Brescia Leonessa
(18-16; 43-36; 49-61)

Quintetti
Trento: Forray, Triche, Elder, Pascolo, Lechthaler.

Brescia: Di Bella, Fultz, Giddens, Slay, Rinaldi.
Arbitri

Ursi di Livorno, Cherbauchich di Trieste e Bianchini di Bagno di Ripoli (FI)

Brescia tira un sospiro di sollievo e porta a casa due punti incredibilmente e inaspettatamente sofferti con una coriacea Aquila Trento. Tutto portava a presagire un finale di gara tranquillo, con Brescia in controllo (+15) a 6 dalla fine e Trento visibilmente stanca sia mentalmente che fisicamente. Una quantomeno singolare tripla di Dada Pascolo però conferisce quella carica ed energia ai padroni di casa che, sull’onda del pubblico si riportano incredibilmente in partita, addirittura a -1 a circa 30 secondi dal termine. La freddezza nel finale di un monumentale Robert Fultz e di un glaciale Franko Bushati consegnano però la disputa nelle mani di coach Martelossi.

Nella splendida cornice del PalaTrento, i padroni di casa partono alla grande e in un amen si portano sul 4-0 grazie ai suoi americani: Brescia in attacco è un diesel e trova il primo canestro dopo 3 minuti con un positivo Tommaso Rinaldi. Ancora Rinaldi per la Leonessa, ma dall’altra parte si accende capitan “Toto” Forray, che in un amen ne mette 5 a referto. Brescia risponde a tono con il solito Rinaldi e con un ottimo Giacomo Maspero, preciso dalla lunetta e da oltre l’arco. Trento prova a scappare, ma Brescia rimane sempre a contatto e chiude i primi 10 minuti con due sole lunghezze di passivo.
Sulle spalle di “Dibo” la Leonessa in apertura di primo quarto si riporta in parità e trova addirittura il sorpasso con una tripla in transizione di Slay: Trento risponde con una scarica firmata BJ Elder, che da solo mette a referto un parziale di 5-0. Brescia risponde con uno spettacoloso Robert Fultz, che totalmente in fiducia si carica la squadra sulle spalle e ribatte colpo su colpo alle offensive trentine: il risultato è che il match cresce di parecchio in quanto a spettacolarità. Brescia, grazie alla maggior intensità difensiva, riesce a portarsi avanti e costruisce uno strappo di 7 punti che mantiene fino alla sirena di secondo quarto (43-36).

In apertura di terzo quarto Brescia trova subito il canestro con Giddens dal post e Fultz da oltre l’arco, mentre Trento con una magia di Forray che libera dall’arco Triche si tiene sempre a distanza di 8 punti. Brescia alza il ritmo in difesa e cambia il volto della partita: Di Bella e Fultz dettano i ritmi in attacco, Cuccarolo sotto canestro domina letteralmente e Brescia se ne va, costruendo un tesoretto di 12 punti in vista dell’ultimo quarto.
Anche l’inizio degli ultimi 10 minuti di gioco è dominato dalla Leonessa: i ragazzi di coach Martelossi creano dei tiri aperti dall’arco, che questa sera non escono quasi mai. Di Bella, Slay, Loschi e Fultz non sbagliano mai e affossano Trento a -15 quando mancano 7 minuti dal termine. Con una tripla di Pascolo, l’Aquila riacquista coraggio e possesso dopo possesso si avvicina paurosamente alla Leonessa: Brescia sembra aver esaurito la benzina sia da un punto di vista mentale che fisico e quando Elder mette a referto la bomba del -1 a spiccioli dalla fine, si comincia a pensare al peggio. Martelossi gioca la carta Bushati: mai scelta fu più azzeccata. Con soli 7 minuti giocati e completamente a freddo, mette a referto 3 punti di capitale importanza, che di fatto consegnano la vittoria nelle mani della Leonessa.

Aquila Basket Trento: Triche 16, Pascolo 17, Baldi Rossi 9, Forray 8, Fiorito, Molinaro, Poltroneri, Elder 15, Lechthaler 4, Spanghero 2.
Basket Brescia Leonessa: Bushati 3, Slay 9, Procacci 1, Rinaldi 17, Loschi 3, Fultz 17, Di Bella 8, Cuccarolo 8, Giddens 6, Maspero 5.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive