3-0, ora è semifinale con Trento!

17 maggio 2013

Le Gamberi Foods Forlì 79–87 Centrale del latte Basket Brescia Leonessa
(24-22; 45-44; 64-61)
Quintetti
Forlì: Musso, Borsato, Roderick, Natali, Tessitori.
Brescia: Fernandez, Jenkins, Giddens, Barlos, Brkic.
Arbitri
Masi, Quarta, Beneduce

SEMIFINALE! La Leonessa chiude la pratica Forlì già in Gara 3 nella bolgia del PalaCredito di Romagna, dopo una gara giocata con una grande concentrazione e cattiveria agonistica, che ha permesso alla squadra di coach Martelossi di rimanere sempre attaccata al match. Un PalaCredito che ha più volte spinto  la squadra di casa a gettare il cuore oltre l’ostacolo: l’ultima a 1:41 dal termine, quando Forlì, trascinata da un ciondolante causa caviglia malandata Terrence Roderick, ha impattato a quota 76. Con la lucidità e la calma dei campioni, i giocatori di coach Martelossi hanno risposto a quest’ultimo tentativo di rimonta romagnolo con 6 punti consecutivi dei suoi 3 migliori uomini della squadra: i due a testa di Brkic, Jenkins e Giddens chiudono la partita. Un match giocato alla grande da tutti i componenti del roster della Leonessa: dall’enorme prestazione del “piccolo” Stojkov, alle solite illuminanti giocate di “Lobito”, continuando con i soliti Giddens, Brkic e Jenkins (in tre hanno segnato 52 punti, più della metà del totale) e finendo con un immenso Barlos che, guardando le statistiche ha chiuso con soli 4 punti, ma è sempre stato protagonista in positivo di giocate decisive al fine del risultato. Preziosi come al solito anche Scanzi e Lombardi in uscita dalla panchina e l’ormai sicurezza Federico Loschi, che con 2 bombe ha piegato l’inerzia del match nel terzo periodo. Ora si va in semifinale, dove la Leonessa affronterà la Bitumcalor Trento, che ha spazzato via a sorpresa con un netto 3-0 la Sigma Barcellona. GRAZIE RAGAZZI!

Parte forte la Leonessa al PalaCredito di Romagna, che grazie ai suoi uomini di maggior esperienza (Giddens e Brkic) si porta subito sul 5-4: la risposta di Forlì è affidata a Bernardo Musso, che comincia a punire la sua ex squadra da oltre l’arco. Brkic e Fernandez rispondono alle iniziative dei forlivesi e la partita cresce d’intensità: grazie ad un piazzato del cesenate a 2 minuti dalla prima pausa Brescia si porta a 1 lunghezza di distanza. Forlì non ci sta, Bernardo Musso in particolare: con una scarica terrificante della guardia di origini argentine (5 punti in un minuto), Forlì chiude i primi 10 minuti sul 26-22. Il secondo quarto si apre con Forlì alla ricerca dell’allungo decisivo, data l’assenza in campo del numero 4 bianco azzurro, Juan Fernandez, già gravato di 2 falli: al suo posto però, purtroppo per la Fulgor Libertas, la parte di “Lobito” la recita uno strepitoso Stevan Stojkov. Il play nativo di Belgrado gioca minuti di qualità e quantità, che permettono alla Leonessa di rimanere sempre a contatto con i padroni di casa: arriva a 3 minuti dalla pausa lunga il vantaggio per la Centrale del latte, con Giddens che da sotto mette un tap-in in traffico. Tessitori e Musso riportano gli ospiti davanti, Giddens tiene a contatto la Leonessa: con un layup sulla sirena di Bo Spencer si chiude il primo tempo (45-44).

Brescia rientra in campo con gli occhi della tigre: la squadra di coach Martelossi piazza un parziale di 15-6 (grazie alle triple di Loschi e Jenkins) che sembra poter spezzare il match in due. Dell’Agnello gioca la carta della zona-press: qui la partita ha la sua svolta, perché dalla palla persa di Brkic (causata da un fallo evidente ma non fischiato dalla terna), Forlì costruisce la sua rimonta. Borsato mette 3 punti consecutivi, 2 ne mette anche Natali e alla festa si aggiunge anche Roderick con 2 bombe consecutive: il PalaCredito di Romagna salta letteralmente in aria e guida la Fulgor Libertas al +3 (grazie anche alla tripla annullata sulla sirena a Nikos Barlos) dopo 30 minuti di gioco.
L’ultimo quarto si apre con una tripla di David Brkic, che impatta a quota 64: Forlì risponde con Tessitori, ma ancora un 2/2 dalla lunetta del lungo cesenate e 2 punti di Giddens portano avanti la Leonessa. Fallo tecnico fischiato alla panchina di Forlì e per la Leonessa la ghiotta opportunità di spezzare il match: Brkic dalla lunetta mette altri 3 liberi, che valgono il +4. Dall’altra parte arriva un fischio “di compensazione”: fallo antisportivo fischiato a Cuccarolo, che frutta 2 punti di Roderick dalla lunetta. Jenkins risponde con 5 punti consecutivi, mentre la terna fischia un fallo tecnico piuttosto fantasioso a Giddens: Forlì ne ricava 3 liberi di Musso e altri 2 punti di Roderick, con il risultato che a 1:41 dal termine il tabellone dice 76-76. Martelossi chiama time-out, che serve alla Leonessa per mettere a posto le idee: Brkic subisce fallo e fa 2/2 in lunetta, Barlos stoppa Roderick e Michael dall’altra parte inchioda la bimane che vale la semifinale. Comincia una sfida dalla lunetta, che premia la Leonessa: il finale è 79-87.
La Centrale del Latte è in SEMIFINALE, dove affronterà TRENTO, che ha chiuso 3-0 la serie con Barcellona.

Le Gamberi Foods Forlì: Musso 13, Borsato 7, Natali 6, Simeoli, Agatensi ne, Godoli ne, Roderick 28, Tessitori 9, Spencer 9, Soloperto 7, Basile.
Centrale del Latte Basket Brescia Leonessa: Fernandez 8, Stojkov 4, Lombardi, Loschi 8, Jenkins 22, Dalovic ne, Cuccarolo, Giddens 22, Scanzi 1, Vinati ne, Barlos 4, Brkic 18.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive