Trento per il fattore campo

5 maggio 2013

Ultima fatica per la Leonessa, che affronta sul parquet amico del San Filippo la Bitumcalor Trento di coach Buscaglia. Una sfida fondamentale per la Centrale, che si vede costretta a vincere se vuole mantenere il fattore campo nel primo turno dei Playoff, dove affronterà o la Tezenis Verona o Le Gamberi Foods Forlì. Due squadre che, ironia della sorte, si affronteranno proprio nell’ultimo turno di campionato nella bolgia  del PalaCredito di Romagna: la vincente di questo incontro sarà il primo (e non ultimo, si spera) avversario degli uomini di coach Martelossi nella off-season.

Trento è una squadra ricca di talento e valide alternative in panchina: in cabina di regia troviamo l’esperto “Toto” Forray, in grado di garantire ordine in campo e punti ogni sera (7 punti e 3 assist). Al suo fianco una delle guardie più complete del campionato di Legadue, Michael Umeh, che sta trascinando ai Playoff Trento con i suoi 17 punti e 3 rimbalzi di media a partita. Chiude il reparto degli esterni titolari l’altro americano della truppa di Buscaglia (e vecchia conoscenza dei tempi del college di J.R Giddens) BJ Elder: un giocatore di grande talento, capace di crearsi un tiro in svariati modi, che sta tenendo medie di 16 punti e 3 rimbalzi a partita.

Sotto canestro la squadra ospite può vantare una delle migliori coppie di lunghi del campionato, formata dall’argento olimpico di Atene Luca Garri e da Luigi Dordei: i due mettono a referto insieme quasi 23 punti e 12.5 rimbalzi, che conferiscono a Trento pericolosità sotto le pance oltre che sul perimetro, essendo questi ultimi due lunghi “atipici”. Dalla panchina è pronto a intervenire la giovane promessa del basket italiano, Davide Pascolo, ala che sta tenendo delle ottime medie nonostante i soli 22 anni (8 punti e 6 rimbalzi). Sempre sotto canestro troviamo Alessio Basile, centro di 207 centimetri (1 punto e 2 rimbalzi a utilizzo). Per quanto riguarda il reparto “piccoli”, Trento può contare sulla qualità di Luca Conte (5 punti di media con il 37% da oltre l’arco) e sulla freschezza atletica del giovane Marco Spanghero (5 punti e 2 assist). Chiudono le rotazioni i giovani Bossi, Zaharie e Bailoni.

La parola spetta al campo, vinca il migliore! 
#goleonessago

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive