Battuta Trento, ora c’è Forlì!

5 maggio 2013

Centrale del latte Basket Brescia Leonessa 90–79 Bitumcalor Trento
(26-18; 49-28; 59-51)
Arbitri
Ursi, Masi,Scrima
Quintetti
Brescia: Fernandez, Jenkins, Loschi, Barlos, Brkic.
Trento: Forray, Umeh, Elder, Dordei, Pascolo.

Serviva una vittoria, una vittoria è arrivata: la Leonessa non sbaglia nel match casalingo con Trento e conquista il successo che le consente di affrontare il primo turno dei Playoff con il vantaggio del fattore campo (l’avversario della Centrale sarà Forlì, che in casa con Verona ha vinto con il punteggio di  76-68). Una grande prestazione della Leonessa, ognuno ha dato il suo contributo, a partire dalla panchina e a finire con i titolari: menzione d’onore va fatta a Giddens e Brkic e Barlos, autori di 16, 21 e 17 punti rispettivamente.
La Leonessa parte alla grandissima: Jenkins e Barlos si dimostrano subito in gran serata, mentre dall’altra parte sono Umeh e Pascolo gli unici in grado di contrastare le iniziative dei nostri. Brkic e Fernandez continuano a bucare la retina degli ospiti, che in difesa non riescono a mordere come dovrebbero: dopo 5 minuti di gara sono già 10 i punti di vantaggio per la Leonessa (19-9). Jenkins e Barlos, con l’aiuto di Brkic, continuano a trovare il canestro, mentre Trento in attacco non ne ha proprio: dopo i primi 10 minuti di gioco il punteggio è fisso sul 31-18. Nei primi minuti di secondo periodo la Leonessa a giocare con la stessa intensità del primo periodo: protagonista un ottimo David Brkic, che con giocate da enciclopedia del basket rilancia la Centrale in alto. Trento trova la chiave per rallentare i nostri, la difesa a zona: Brescia cala d’intensità in attacco e Trento ne approfitta nella metà campo offensiva. Protagonisti di questo “come back” sono un ottimo Spanghero da oltre l’arco e un BJ Elder che non sbaglia praticamente niente. Dopo 20 minuti di gioco le squadre sono ferme sul punteggio di 37-46.

Al rientro dalla pausa lunga Trento ma soprattutto Michael Umeh sono di un’altra pasta: la guardia americana guida la Bitumcalor al -3, con una scarica impressionante da oltre l’arco. La risposta della Leonessa ha un nome (anzi due) e un cognome: Justin Ray Giddens. Con i 5 punti consecutivi dell’ala americana la Leonessa ritrova il piglio del 1° quarto: Fernandez mette a referto due assist (che valgono due bombe di Loschi) e due punti, che mandano la Centrale sul +13. 6 punti a firma Giddens, Brkic e Barlos (schiacciata sulla sirena) chiudono il terzo periodo: il tabellone dice 69-53. Gli ultimi 10 minuti di gioco si aprono con un parziale di 7-3 per Trento, che non ci sta a perdere e tenta in ogni modo di riacciuffare la Leonessa. Giddens e Brkic segnano per Brescia, ma Dordei e Spanghero continuano a trovare la retina: a 5 minuti dal termine Trento si trova a sole 9 lunghezze di distanza. La Leonessa sbaglia tanto in attacco, mentre Trento ora ci crede eccome: Elder e Umeh mettono due bombe e con due minuti ancora da giocare la Bitumcalor è sotto di sole 3 lunghezze. Nell’azione successiva Brkic mette un canestro praticamente impossibile, facendo partire la palla da sopra la testa, sulla sirena dei 24 che da il colpo di grazia a Trento: nelle azioni successive Umeh e Elder sbagliano, consegnando di fatto la vittoria alla Leonessa con il punteggio di 90-79.

Centrale del latte Brescia: Fernandez 5, Stojkov, Lombardi, Loschi 8, Jenkins 16, Dalovic, Cuccarolo 4, Giddens 16, Scanzi ne, Vinati ne, Barlos 20, Brkic 21.
Bitumcalor Trento: Umeh 25, Gorreri ne, Pascolo 6, Valer ne, Forray 3, Dordei 7, Basile 2, Garri 5, Elder 21, Conte, Spanghero 10.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive