Adriatica Cup Pesaro 2013

1 maggio 2013

ADRIATICA CUP PESARO 25/28 APRILE 2013
CATEGORIA AQUILOTTI 2002/03

3° CLASSIFICATA VIRTUS B.B. LEONESSA
Squadre partecipanti:Virtus Basket Brescia Leonessa, Azzurra Basket Assisi, Basket Cairo (SV), Dinamica Basket (MI), Vivisport Landriano BK (PV), Basket Malaspina (MI), Bee Basket Pescara, GSDCP Osnago Bk (MI), Pall. Stella Azzurra (VT), Pallacanestro Interlaghi (CO).

PICCOLO DIARIO DI VIAGGIO
Vorrei iniziare con una piccola premessa e dire che per noi, questo torneo, è stata una scommessa. Non avevamo mai portato “fuori” una squadra così giovane e, soprattutto, ad una manifestazione di questo livello, così lontano dalla nostra città…
Lo abbiamo fatto, perchè crediamo fortemente che, per i nostri ragazzi, sia un'esperienza molto formativa, sia dal punto di vista personale, che tecnico, che caratteriale in campo.

Inoltre, per i nostri Istruttori e Dirigenti, i Tornei nazionali sono un'importante campo di confronto con le altre realtà del Minibasket, che ci aiutano a capire e a crescere dove difettiamo e, perchè no, a scoprire dove lavoriamo meglio di altri.
Un'esperienza che, secondo me, non dovrebbe mancare ad un Istruttore e Allenatore di Settore Minibasket/Giovanile.
Detto questo, la scommessa è stata vinta. Al di là del bellissimo risultato sportivo in sè, è stato importante per il modo con cui è arrivato. Trasmettendo il concetto che in campo si dà il nostro meglio e il tutto per ottenere il risultato, ma sempre mantenendo il fair play e l'educazione che è dovuta nello sport e nella vita.

I nostri bambini si sono impegnati molto, hanno lottato, hanno perso denti (!), non si sono mai arresi, ma con la correttezza ed il senso dello sport che ci hanno riempito di soddisfazione. Lo stesso è stato nei momenti di svago, sulla spiaggia, in piazzetta, in albergo. Di questo ringraziamo le famiglie per l'educazione che infondono in loro e per averceli affidati senza riserve, con fiducia.

Il nostro roaster con relativi soprannomi di battaglia
10 Magtibay Jonas (Big Jim), 16 Cominardi Sara (Scimmietta), 21 Lentola Alessandro (Aiagaua), 24 Naoni Alessandro (Cubrik), 41 Sbardolini Davide (Fuco), 42 Sottini Luca (Sharm), 44 Pavoni Jacopo (J Japo), 45 Arena Davide (Canino), 55 Colombini Alessandro (Bata), 56 Ferrari Luca W (Iron), 83 Pini Daniele (Abeti), 88 Putti Sofia (Obiezione), 92 Sabatino Marco (Cattiveria), 96 Borin Andrea (Persistenza), 97 Vitto Luca (Euforia/Malvagità). Istruttori: Gianpaolo Alberti (Gibo), Iacopo Boglioli (Big J Jaco), Cristina (Zia).

I nostri bambini, divisi in stanze, ogni giorno a turno hanno scritto brevi appunti delle loro giornate molto piene… lascio alle loro parole semplici il racconto delle giornate……. con qualche nostra particolare “appendice”…

1° Giorno – Partenza e 1a partita.
“Oggi ci siamo divertiti insieme ai nostri compagni di squadra.
Nonostante il viaggio sia stato molto lungo, abbiamo vinto la prima partita giocando tutti abbastanza bene.
Appena arrivati all'albergo, siamo entrati nelle nostre stanze, abbiamo disfatto le valigie e abbiamo ripostato un po', aspettando il pranzo.
Dopo aver mangiato, siamo rientrati in stanza a riposare, prima della partita che iniziava alle 15.00 contro Basket Assisi.
Alle 14.15 siamo saliti tutti sul nostro pullmann, guidato dal Sig. Cesare, e siamo andati a giocare. C'era allegria e tensione.
Giocando, abbiamo notato che i nostri avversari erano più intensi di quelli che conosciamo noi a Brescia, abbiamo faticato, ma nonostante tutto abbiamo vinto e gli arbitri sono stati bravi.
Alla fine della partita siamo tornati in albergo, abbiamo fatto la doccia, ci siamo rilassati. Alcuni sono andati a fare una passeggiata sul lungomare con gli istruttori, altri hanno preferito riposare in camera.
Poi finalmente: tutti a cena!!”
La sera ci siamo riuniti tutti in due stanze e ci siamo divertiti e riposati gurdanto in tv la partita del Basket Brescia Leonessa!!!
Una grande giornata”
Aggiungiamo che sia noi, che Assisi, che gli arbitri Federali abbiamo sbagliato palestra per scarsità di riferimenti precisi e comunicazione, quindi si è giocato di comune accordo e con grande spirito di adattamento con canestri alti, tavolo e referto improvvisati: bellissimo direi….

2° Giorno – 2a partita
“Stamattina ci siamo svegliati presto, alle 6.30 circa. Ci siamo lavati vestiti e dopo un'ora siamo andati tutti a fare colazione a base di thè, caffelatte, brioches, perchè alle 9.15 si giocava la partita.
Siamo andati a giocare contro la Dinamica Basket e abbiamo perso 41/36.
Più tardi rientrati in albergo abbiamo pranzato e Jacopo l'Istruttore ha finito di darci i soprannomi.
Dopo pranzo abbiamo giocato un po' con le carte di Yu-Gi-Ho. In seguito siamo andati in spiaggia e abbiamo passato tutto il pomeriggio a piedi nudi a giocare a pallavolo “Schiaccia 3 o 5” e a calcio.
La sera ci siamo divertiti in camera giocando e guardando Paperissima Sprint in tv.
PS GIBO E' IL MIGLIORE ALLENATORE DEL MONDO.”
Non a caso tra queste righe l'accenno alla partita è breve e si riferisce al punteggio e non ai tempi vinti: è stato un'incontro duro per loro, sia fisicamente che psicologicamente. Oltre ad aver perso la partita, abbiamo perso anche il canino di Davide in uno scontro di gioco…..
Ma sicuramente noi siamo stati orgogliosi del comportamento dei nostri bambini in campo, che non hanno mai reagito alle provocazioni e allo scontro, si sono impegnati e non hanno mollato fino all'ultimo.
Il pomeriggio in spiaggià è stato meraviglioso. Gioco spassionato e libero fino alle 19. Cattura di granchi (poi liberati ovviamente). Tutti noi siamo tornati bambini con loro giocando a Schiaccia 3, peccato la cervicale la sera mi abbia riportato alla realtà…..

3° giorno – 3a e 4a partita.
“Oggi ci siamo svegliati tutti alle 07.15.
Mezz'ora dopo siamo andati a fare colazione con caffelatte, latte, thè, biscotti, fette biscottate e marmellata.
Più tardi siamo partiti con il pullman e siamo andati a giocare la partita conto il Cairo Basket di Savona e abbiamo vinto 6 tempi su 6!!! Abbiamo giocato bene.
Rientrati siamo andati in piazzetta a mangiare il gelato e tornati in spiaggia a giocare a schiaccia 5 fino al pranzo alle 12.30.
Dopo il pranzo abbiamo riposato e, siccome giocavamo alle 18, siamo tornati in spiaggia a giocare con la sabbia e prendere granchi.
Alle 18 abbiamo giocato un'altra partita contro Landriano Basket e abbiamo vinto 5 tempi a 1. Siamo stati bravi e i coach erano contenti. Siamo 2 nel nostro girone e domani giochiamo la finale 3 e 4 posto.
Abbiamo cenato e la sera, piuttosto stanchi ci siamo addormentati presto.”
Che dire? La loro sintesi è strabiliante. Tutti questi eventi li hanno vissuti a cento all'ora. Con una forza, un entusiasmo ed un tono di voce allucinanti!!!! Non si sono fermati un attimo, nemmeno quando avrebbero potuto.
Scrivono delle loro partite con una leggerezza e piacevolezza che lascia me, che li ho visti giocare impegnandosi, con lo sguardo attento ai loro coach, dando tutto, difendendo, correndo, chiamandosi, tifando fino all'ultimo, stupita e serena. Di aver trasmesso loro, grazie ai nostri Istruttori, allo Staff, il giusto senso di un incontro di minibasket.

Ultimo giorno – Finale 3 / 4 Posto. Rientro.
Il risveglio la mattina prestissimo, si gioca alle nove. E, contemporaneamente, si debbono liberare le camere dai bagagli. La confusione regna sovrana nei corridoi, la voglia di giocarsi il terzo posto e la malinconia della partenza. La ricerca spasmodica dei calzini sotto i letti, i “taglia fuori” per il bagno …. Un carrozzone di 20 persone che si muove….
I bambini a colazione si abbuffano, la sottoscritta come al solito si lamenta che poi stanno male, gli Istruttori come al solito mi danno della “Zia”.
Sono riti scaramantici che si tramandano oramai….
Giochiamo la finale con Pallacanestro Interlaghi, una squadra piacevole, corretta.
Una bella partita di minibasket di buon livello.
I bambini di entrambe le squadre sono determinati, hanno voglia di giocare, si divertono e si vede.
I nostri giocano bene, bei passaggi, difesa attenta. E vincono 6 tempi su 6. Terzo posto alla prima uscita fuori casa, si sentono degli eroi.
Torniamo in albergo e riceviamo gli applausi dell'altra squadra ospitata con noi in albergo, Osnago Basket, con la quale i nostri avevano intrecciato una sorta di gemellaggio.
Nel primo dopopranzo le premiazioni si svolgono sul parquet dello storico Palasport di Pesaro, dopo aver assistito alla finale Under 17.
Ore 14.45 si parte per il rientro. Un bellissima esperienza, vissuta al volo, da ricordare.
Ringraziamo il nostro autista Sig. Cesare per aver trovato strade alternative e per la pazienza, il sig. Glauco e signora dell'Hotel Sylvia per l'accoglienza gentilissima.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive