Viaggio nella terra degli ex

21 aprile 2013

Con la qualificazione ai Playoff ormai raggiunta, la Centrale del Latte di coach Martelossi si appresta ad affrontare al PalaCredito di Romagna la Forlì degli ex, nel match che vale per la 12° giornata del girone di ritorno.

Avrà un sapore particolare questa sfida, che vede la Leonessa scontrarsi con il suo passato, un pezzo della sua storia. C’è Sandro Dell’Agnello, “Sandrokan”, l’uomo che ha riportato il basket che conta nella nostra città con una fantastica ed indimenticabile promozione in Legadue, ottenuta nella stagione 2010-2011. Al suo fianco, nella figura di General Manager e Direttore Sportivo, Ario Costa, che dopo tante avventure passate prima all’EIB (da giocatore) e poi al San Filippo (da “addetto ai lavori”), ha dovuto lasciare con rammarico la città bresciana, diretto in terra romagnola (insieme a Dell’Agnello, a Forlì). Da non dimenticare “Berny”, Bernardo Musso, grande protagonista della prima stagione di ritorno al basket giocato per la città all’ombra del Cidneo. Adesso non sono più dei nostri, non si può più tifare e gioire per le loro imprese, ma sarà difficile, perché dopo tutti i fantastici momenti passati insieme un posto nel cuore gli spetta di diritto.

Lasciamo da parte i ricordi e passiamo a descrivere Forlì da un punto di vista tecnico: in cabina di regia troviamo il rookie Bo Spencer, che ricorda vagamente quel Leemire Goldwire che la scorsa stagione calcava il parquet del San Filippo. Per lui, dopo un’eccellente carriera universitaria, stanno arrivando anche degli ottimi risultati a livello di medie: 13 punti, 2.5 assist e 3.5 rimbalzi a partita (23 punti e 7 assist all’andata con Brescia), che lo rendono un uomo da tenere sempre d’occhio essendo in grado di trovare il canestro in qualunque situazione. Al suo fianco troviamo uno degli ex, Bernardo Musso: dopo una partenza a rilento, l’italo argentino ha trovato una continuità di rendimento che gli sta consentendo di mettere di media quasi 11 punti e 2 assist a partita. A chiudere il reparto esterni c’è Terrence Roderick, giocatore completo dotato di grande tiro e di un atletismo invidiabile: sono quasi 18 i punti di media (10° nella classifica marcatori), a cui si aggiungono anche 4 assist e 7 rimbalzi.

Sotto canestro troviamo la coppia Natali-Soloperto (con quest’ultimo recuperato dopo un trauma contusivo a livello addominale): insieme sono quasi 13 punti e 10 rimbalzi garantiti a partita, cui si aggiungono anche i 7 punti e 5 rimbalzi in uscita dalla panchina del giovane Amedeo Tessitori (all’andata 20 punti per lui contro la Leonessa). Pronto a dare una mano dalla panchina ci sono il capitano Stefano Borsato, che con il 46% da tre è una costante minaccia da oltre l’arco durante la partita e Stefano Simeoli, che contribuisce con 3 punti e 2 rimbalzi alla causa forlivese. Chiude le rotazioni il giovane Niccolò Basile.

La parola spetta al campo, vinca il migliore!

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive