A tu per tu con Stevan Stojkov!

5 aprile 2013

Questa settimana l’intervistato di turno è Stevan Stojkov. “Stevo” è uno dei personaggi storici di questa Centrale del latte, essendo alla sua terza stagione consecutiva qui a Brescia: non perdiamoci in ulteriori chiacchiere e cominciamo!

Ciao Stevan, come va? Tutto bene?
Ciao! Tutto ok grazie!

Tu che sei qui da ormai 3 anni e conosci tutti molto bene, dicci un po’: come trovi la società? E i tifosi?
Trovo che la società sia appassionata a tutto quello che fa. I tifosi dal primo anno sono cresciuti esponenzialmente sia come numero sia per quanto riguarda la partecipazione durante le partite.

Cosa ne pensi della squadra e del coach?
La squadra è molto forte, lo spogliatoio è unito. Il coach è una persona molto alla mano, grande esperto e conoscitore del basket, che riesce a gestire bene tutte le personalità all’interno della squadra.

Dove pensi si possa arrivare questa stagione? Avete un obiettivo? Ti aspettavi di trovarti in questa posizione di classifica a così poco dalla fine del campionato?
Obiettivo è vincere sempre e ovviamente vincere il campionato. Per quanto riguarda la nostra posizione, sarò sincero: nel primo mese non me lo sarei aspettato ma poi la squadra è salita di parecchi livelli in quanto a competitività e livello di gioco. Di conseguenza è cambiato anche l'obiettivo.

Un giudizio sulla tua stagione fino a questo punto? Un giudizio sul campionato della squadra fino a questo punto?
Prima parte della mia stagione la valuto in modo mediocre. Dopo la rottura del naso la situazione è migliorata (ride):  mi complimento e ringrazio  Luca Migliorati per come mi ha seguito e aiutato durante il mio infortunio dal punto di vista della preparazione atletica.

Dove aspiri ad arrivare nella tua carriera?
Sinceramente non ci ho mai pensato.

Hai un soprannome?
Si, mi chiamano Ste o Stevo.

Numero fortunato?
5, come il numero di maglia.

Che squadra tifi (basket italiano, Nba, calcio)?
Tifo per il Basket Brescia Leonessa,  non tifo per altri sport o squadre in particolare.

Hai un particolare rituale prima di scendere in campo?
No, niente di particolare.

Musica e cantante preferito?
Ogni genere se suonato bene!

Piatto preferito?
Domanda difficile, ne ho una lista intera ma direi che amo molto la cucina emiliano – romagnola in generale.

Giocatore più forte incontrato/con cui ti sei allenato?
Travis Best, ai tempi di Bologna.

Attacco o difesa?
Attacco, tutta la vita.

Un aggettivo per descriverti?
Sono un vero rompi palle, si può dire? (ride)

Un messaggio ad un membro della squadra:
Eric: L'ultimo che ha letto questa intervista gli ho tagliato le orecchie.

Un messaggio ad un membro dello staff (coach, vice, medici, fisioterapisti etc etc):
Scusate che ore sono?

Domande dei tifosi:

Credi che la squadra di quest'anno sia più forte di quella dell'anno scorso?
Si decisamente!

Credi che riuscirete a conquistare i play off?
Direi di si è praticamente matematico!

Tu che sei già alla terza stagione in maglia bianco blu, che differenza hai trovato nelle varie stagioni, compagni, spogliatoi e pubblico?
Essendo state stagioni in diverse categorie la differenza maggiore si percepisce per quello quindi faccio fatica a compararle.

Grazie Stevan per il tempo che ci hai concesso! #goleonessago

{mp4}2275{/mp4}
Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive