Arriva Scafati!

10 febbraio 2013

Dopo la pausa per l'All Star Game, per la Leonessa è tempo di ritornare al basket giocato, ossia al San Filippo per affrontare la Givova Scafati.
Per la Centrale del Latte arriva un avversario di livello, ma l'obiettivo è sempre lo stesso: vincere. Vincere, per continuare la striscia di vittorie iniziata questo Gennaio: dal canto suo, Scafati (nonostante sia dietro di soli 2 punti) è reduce da 4 sconfitte nelle ultime 4 gare. Sarà per questo una sfida interessante: per entrambe l'obiettivo sono i due punti, in un caso per continuare una striscia vincente (Brescia), in un altro per terminarne una perdente (Scafati).
 
Sarà la partita dell'ex, Franko Bushati, che dopo aver guidato la Leonessa ad una promozione in Legadue e a un settimo posto in Regular Season, si è accasato a Scafati, dove tiene medie di 6 PP e 2 RB. La Givova può contare, oltre al “Bush”, su un roster di livello assoluto, con grandi giocatori sia nel reparto esterni che nel reparto lunghi.
 
Playmaker titolare è D'Wayne Mays, di ritorno dall'ASG, che dopo un inizio a rilento si è confermato come uomo leader e grande realizzatore: sono ben 19 PP in 34 minuti di utilizzo in media (arrivati tirando con il 58% da 2 e il 49% da 3), oltre a 3 AS e 3 RB. Nel ruolo di guardia titolare troviamo l'esperto Antonio Porta, argentino classe '83 con un lungo trascorso tra le fila della nazionale argentina, che dona alla causa scafatese 8 PP e 4 RB a partita. A chiudere il reparto “piccoli” c'è Gennaro Sorrentino (5 PP), incredibile agonista in grado di dare una grande mano dalla panchina.
 
Ala piccola titolare del quintetto scafatese è Andrea Ghiacci, atleta incredibile e ottimo difensore, che in questo campionato ha medie di 10 PP e 4RB.
Dalla panchina è pronto a subentrare nello stesso ruolo Jonathan Tavernari, giocatore completo, dotato di un ottimo tiro, trova sempre la cosa giusta da fare.
La coppia di lunghi titlari è una delle migliori del campionato: Baldassarre e Slay, stanno, in due, tenendo medie di 26 PP e 15 RB a partita. Pronto a dare una mano dalla panchina sotto le plance troviamo Rosignoli, un classe '88 di grandi prospettive.
Chiudono le rotazioni i giovani Matrone e Izzo.

 
Come sempre, l'ultima parola spetta al campo: forza Leonessa!

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive