La dura legge dell’ex…

23 dicembre 2012

“Old habits, die hard”, in italiano “Le vecchie abitudini sono dure a morire”: questa frase riassume un po’ tutto di questa partita, oltre che un pezzo della storia di questo Basket Brescia. Si parla di vecchie abitudini, si intende il modo in cui Sandro Dell’Agnello affrontava con la sua Brescia le partite in casa: se vincevi in casa della Leonessa era perché te lo eri meritato, così come è successo questa sera.

L’abitudine di vincere al San Filippo per “Sandrokan” è dura a morire, anche se questa volta i due punti non sono per la Centrale, bensì Forlì: una partita a punteggio altissimo, su standard Nba con entrambe le squadre che superano i 90 punti, sempre combattuta, con numerosi parziali e contro-parziali.

Un match che si è deciso negli ultimi 10 minuti, nell’ultimo periodo, in cui le squadre erano arrivate a distanza di soli 3 punti: la freddezza del giovane Tessitori e un Bo Spencer infermabile hanno condannato la Leonessa a passare un Natale con l’amaro in bocca, nonostante una grandissima prestazione di Michael Jenkins, che chiude con 31 punti a referto (7/14 dalla lunga distanza).
Ormai questa sconfitta è acqua passata, bisogna solo pensare al futuro: qualche giorno con la famiglia e poi di nuovo in campo, in casa di Pistoia!

Centrale del Latte Brescia 93–97 Le Gamberi Foods Forlì
(22-18; 44-50; 73-70; 93-97)
Quintetti iniziali
Brescia: Fernandez, Jenkins, Giddens, Barlos, Brkic
Forlì: Spencer, Musso, Roderick, Todic, Natali
Arbitri
Bartoli, Di Gianbattista, Attard

1° Quarto
Pronti e via, si parte: inizia la “sfida degli ex” in una cornice di pubblico da grande occasioni. Il primo canestro della serata porta la firma di Michael Jenkins, cui risponde immediatamente Bo Spencer.
La Leonessa parte forte e si fa vedere intenzionata a mettere la partita su binari favorevoli  sin dall’inizio: sulle ali del trio Brkic-Fernandez-Jenkins, la Centrale si porta velocemente sul +7 trovando buoni tiri e buone soluzioni in attacco. La reazione della banda di Dell’Agnello non tarda ad arrivare, con Tessitori e Roderick che si caricano la squadra sulle spalle e riescono ad accorciare fino al -2, prima del canestro di David Brkic che fissa il punteggio finale del primo periodo sul 22-18.

2° Quarto
Secondo periodo che si apre nella maniera migliore per i nostri, che provano subito l’allungo: Jenkins è, come si suol dire, “on fire” e trascina la squadra a +7 grazie a degli ottimi tiri procurati da oltre l’arco. Da metà periodo però chi è infuocato non è più il nostro MJ, bensì Bo Spencer: Forlì è tenuta in piedi dal solo folletto americano, che riesce a trovare la via del canestro in ogni modo, sia in penetrazione che con jumper dalla media e lunga distanza. Arriva anche il momento di Soloperto, che da un’ulteriore spinta a Le Gamberi portandola a +5. Ultimo botta e risposta tra Barlos e Spencer e la prima metà di gioco si chiude sul punteggio di 44-50, con gli ospiti che si trovano in vantaggio grazie ad uno strepitoso secondo periodo di gioco.

3° Quarto
Se il secondo quarto era stato a vantaggio di Forlì, il terzo è sicuramente il migliore della serata per la Leonessa: si accendono gli americani, si accendono Michael e JR e per gli ospiti sono dolori. La retina del canestro difeso da Spencer e compagni vede molte volte il pallone e questo non è un buon segno per Forlì: dopo 30 minuti di gioco il punteggio è ribaltato per l’ennesima volta e adesso è la Leonessa che si trova sopra di 3 lunghezze, con il punteggio (incredibilmente alto)che dice 73-70. Come detto, parziale propiziato dalla grande vena realizzata degli americani, ben innescati da un Fernandez in ottima serata per quanto riguarda punti e assist. Tutto rimandato all’ultimo e decisivo quarto quarto.

4° Quarto
Brescia parte forte negli ultimi 10 minuti, così come Forlì che risponde colpo su colpo e arriva alla parità (81-81) quando mancano 8 minuti alla conclusione del match.
Le due squadre cominciano a sentire le fatiche di una partita giocata ad altissimo ritmo e arrivano di conseguenza lunghe serie di errori, con il risultato che a 4 minuti dal termine il risultato è ancora in bilico sul 85-85 ed i soli Giddens e Tessitori che riescono a trovare il canestro.  Arriva a 3 minuti dalla fine il mini-parziale che decide la partita: ancora Tessitori, con l’aiuto di Spencer, Musso e Todic, costruisce un 11-4 che allontana in modo irrecuperabile la Leonessa. Sono vani i tentativi di Jenkins e Barlos: Brescia perde in volata la “partita degli ex” e rimane a 12 punti in classifica, mentre Forlì sale a quota 10.

Tabellini
Centrale del Latte Brescia: Fernandez 12, Lombardi, Loschi 5, Jenkins 31, Cuccarolo 4, Giddens 17, Scanzi, Barlos 14, Brkic 10, Stojkov ne, Dalovic ne, Vinati ne.
Le Gamberi Foods Forlì: Musso 9, Borsato 5, Natali 7, Todic 20, Roderick 10, Tessitori 20, Spencer 23, Soloperto 3, Nervegna ne, Basile ne.

Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive