“Auguri e progetti sotto canestro”: una serata da non dimenticare!

7 dicembre 2012

Presente e futuro, 4 lunghi anni di duro lavoro: tutto in un'unica serata, un'unica grande festa. 
La Centrale del Latte Brescia ha festeggiato così, insieme alla prima squadra, alle giovanili e a tutti i suoi tifosi il prossimo Natale: un appuntamento estremamento ricco, tante iniziative e grande divertimento, il tutto presentato da un Matteo Bonetti in versione Babbo Natale.

La serata era iniziata con la presentazione di un progetto estremamente importante, a cui la Leonessa tiene molto in vista del futuro: quello che legherà il Basket Brescia all'Avis, così come nella passata stagione. Da quest'anno infatti, a partire dalla prossima partita in casa (16 Dicembre contro Bologna)fino alla fine del campionato, eventuali Playoff compresi, ogni socio Avis che presenterà la sua tessera di donatore in cassa al San Filippo avrà diritto ad un biglietto omaggio per la sezione non numerata del palazzetto (Gradinata Leonessa).
Alla presentazione del progetto Avis segue la visione di un video emozionante, che ha risvegliato e riportato in noi sensazioni e momenti indimenticabili: quello della storia del Basket Brescia. 3 minuti di foto, 3 minuti di ricordi incredibili: dall'anno del ritorno nel “basket che conta”, con il 5 posto in Regular Season, all'anno della promozione in Legadue, dal primo anno nel basket professionistico, al presente. 

Un presente sicuramente solido, con tanti progetti che porteranno ad un futuro sempre più roseo per la Centrale del Latte: il nuovo “allenamento collegiale”, portato dal preparatore atletico Luca Migliorati che ha sviluppato questo metodo dopo 8 anni di lavoro e ricerca, lo sportello di ascolto psicologico, il nuovo progetto minibasket. Dietro a questa Leonessa c'è un qualcosa di grande, un qualcosa che la porterà in alto: “Siamo qui per andare avanti, non per morire”, assicura Bonetti. 
Si arriva così alla tanto attesa gara dei 3 punti, nella quale spettacolo e divertimento, protagonisti della serata, non sono mancati: tutti si sono cimentati in questa prova, da Giddens a Stojkov, da Loschi ad un Cuccarolo in versione “tiratore da tre”. Alla fine ha vinto Stevan, in un “3 point contest” che anche l'All Star Game americano ci avrebbe invidiato!

Una serata indimenticabile per tutti, ricca e piena di avvenimeti importanti, in cui, come già detto, si riuniva presente e futuro della Leonessa.
Foto finale e saluti: sperando che sia solo un arrivederci!
Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive