Stefano Bettelli (Under 17): “Ho visto dal vivo i Boston Celtic”

10 ottobre 2012

 

“I Boston fisicamente ma anche tecnicamente sono molto più forti di Milano anche se fino al 3 quarto Milano è riscita a stare in partita.
Loro hanno tutto un altro gioco, sembrano dei marziani e subito dall'inizio erano caricatissimi, erano molto esaltati e felici l'uno con l'altro, si battevano il 5 ridevano e scherzavano.
Mi sono divertito tantissimo perchè ho imparato e visto cose nuove e poi è stata una grandissima emozione vedere i Boston a giocare dal vivo a Milano.
Quando un compagno segna tutti esultano dal campo ma anche dalla panchina e questo mi è piaciuto molto e ho visto che erano una squadra ben unita, diciamo una vera squadra .
Hanno molti talenti  fortissimi e sono riuscito a stare a 1cm da loro ed ero molto emozionato.
Anche se uno di loro  sbaglia 2/3 volte di seguito i compagni ma in primis l'allenatore gli danno una pacca sulla spalla e gli danno dei consigli, sono come fratelli che si aiutano l'uno con l'altro.
Poi non parliamo del signor playmaker Rondo quello si che è talento. Ha una voglia di fare assist e segnare e aiutare i compagni che non abbiamo nemmeno l'idea!
Che emozione ho provato vedere dal vivo i Boston a Milano e spero di avere imparato qualcosa da loro sopratutto lo spirito di squadra . Il talento che hanno è un dono che hanno ricevuto!
Vorrei avere le doti che ha il pleymaker di Boston e voglio lavorare per arrivare ad acquisire quelle doti da passatore.
Sorridono sempre ed è la cosa più positiva che mi ha colpito.
Ciao a domani Ste”.
Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulla vita della squadra e numerose offerte esclusive